Era Lei – Michele Pecora

3515

“Era lei” e’ un singolo di Michele Pecora inciso nel 1979. Tornò successivamente attuale quando Zucchero pubblicò la canzone “Blu” che molti definirono plagio proprio di “Era Lei”. Lo stesso pecora scrisse: “E’ vero che le note sono soltanto sette, ma è anche vero che le loro combinazioni sono senza limiti: anche se c’è un margine di casualità che è, forse, il grande mistero della musica”.

Testo

l’estate in mano hai capricci del sole
la luna che se ne va a riposare
dimenticando l’ombra sul verde del mare
danzava il vento sul suo vestito
la cartolina con un sorriso non l’ho spedita
e forse non l’ho mai pensato
parlerò di te nelle mie canzoni
cercando invano le poche emozioni
che mi da il ricordo dei giorni passati e dimenticati
parlerò di te
era lei poesie d’estate
era lei dimenticate
era lei nel fumo di una sigaretta
era lei nei giorni allegri
era lei nei gesti pigri
era lei nel rosso di un tramonto c’era lei solo lei
l’autunno in mano ad un soffio di vento
tuo padre ha sempre lo stesso lamento
e con la scuola hai sempre gli stessi problemi
e mi dicevi ti voglio bene
te ne voglio ma non conviene innamorarsi
e perdere la libertà
parlerò di te nelle mie canzoni
parlerai di me delle nostre emozioni
l’emozione è un giorno che ti fa ricordare
e non sai scordare
il sorriso suo
quello che era mio
ciò che ho perso
era lei poesie d’estate
era lei dimenticate
era lei nel fumo di una sigaretta
era lei nei giorni allegri
era lei nei gesti pigri
era lei nel rosso di un tramonto c’era lei
era lei la bocca amara
era lei che se ne andava
era lei la rabbia di un minuto era lei
era lei poesie d’estate
era lei dimenticate
era lei nel fumo di una sigaretta
era lei nei giorni allegri
era lei nei gesti pigri
era lei nel rosso di un tramonto c’era lei
era lei poesie d’estate
era lei dimenticate
era lei nel fumo di una sigaretta
era lei nei giorni allegri
era lei nei gesti pigri
era lei nel rosso di un tramonto c’era lei solo lei
era lei….